Title

Quan lo rius de la fontana
(Jaufre Rudel de Blaja)
Quan lo rius de la fontana
s'esclarzis, si cum far sol,
e par la flor aiglentina,
e·l rossinholetz el ram
volf e refranh et aplana
son doutz chantar et afina,
dreitz es qu'ieu lo mieu refranha.
 
"A
mors de terra lonhdana,
per vos totz lo cors mi dol!"
E no·n puesc trobar meizina
si non vau al sieu reclam
ab atraich d'amor doussana
dinz vergier o sotz cortina
ab desiderada companha.
Pus totz jorns m'en falh aizina,
no·m meravilh s'ieu n'aflam,
quar anc genser cristiana
non fo, ni Dieu non la vol
juzeva ni sarrazina:
ben es selh pagutz de mana
qui ren de s'amor gazanha!
 De dezir mos cors non fina
vas celha ren qu'ieu plus am;
e cre que volers m'engana
si cobezeza la·m tol;
que plus es ponhens qu'espina
la dolors que ab joi sana!
Don ja non vuelh qu'om m'en planha.
Senes breu de pargamina
tramet lo vers, que chantam
en plana lengua romana,
a·n Hugo Bru par Filhol;
bo·m sap quar gens Peitavina
de Berri e de Guiana
s'esgau per lui e Bretanha.
Back Vida Next
barra
map flag Traduzione di Roberto Gagliardi
dell'Accademia Jaufre Rudel.
Traduzione letterale:
  1. Quando il rio della sorgente si fa chiaro, come suole, e sboccia la rosa canina, e l'usignolo sul ramo svolge, riprende e forbisce il dolce suo canto e lo affina, è bene ch'io riprenda il mio.
  2. Amore di terra lontana, per voi il cuore mi duole, e non posso trovar medicina, se non nell'eco del vostro nome, al male di esser privato di dolce amore nel verziere o dietro cortina, in compagnia beneamata.
  3. Poiché non ne ho mai l'occasione, non c'è da stupirsi se lo bramo: non vi fu mai, né Dio lo vuole, più bella cristiana, né giudea o saracena. È ben pagato con manna chi guadagna un pò del suo amore.
  4. Il mio cuore non finisce di desiderare quella che io più amo; e credo che il volere mi inganna, perchè la concupiscenza me la toglie; è più pungente della spina il dolore che la gioia d'amore risana; dunque non voglio che mi si compianga.
  5. Quando ho modo di pensare a lei, allora la bacio e l'abbraccio, ma poi torno e mi rigiro: mi esaspera e m'infiamma che il fiore non dia frutto. La gioia che mi tormenta abbatte le mie fierezze.
  6. Senza foglio di pergamena invio questi versi cantando, in schietta lingua romanza, a Messer Ugo Bruno, per mezzo di Filhol. Sono lieto che la gente del Poitou, del Berry e di Guienna da lei sia rallegrata, e anche la gente di Bretagna.
Versione metrica:

Se il rivolo della fontana
Se il rivolo della fontana
si schiara siccome far suole
e rosa nel bosco è regina
e già l'usignolo sul ramo
canzon variata fa e piana
e leviga il canto e l'affina
è giusto se il mio l'accompagna.
 
 Amore di terra lontana
per voi tutto il cuore mi duole,
né posso trovar medicina
se non vado al suo richiamo:
amor calda e soffice lana,
tra i fiori oppur sotto cortina
insieme all'ambita compagna.
Non posso mai averla vicina
per questo nel fuoco son gramo;
gentile al par d'essa cristiana
mai visse, perché Dio non vuole,
né visse giudea o saracina;
si nutre di manna sovrana
chi un pò del suo amore guadagna.
 
 Anelo di sera e mattina
a quella che amore più chiamo;
la voglia la mente fa insana,
la brama mi ruba quel sole,
più acuta puntura che spina
è il duolo che gioia risana:
né lacrima voglio compagna.
Non carta ricerco anche fina,
quel vers lo avrà che cantiamo
in lingua sincera romana
Ser Ugo, cantando parole
Fillol: e canzon pittavina
sarà, e di Berri e di Guiana,
e gioia poi porti in Bretagna.
 

barra
Sign Guestbook   Send Email   View Guestbook
barra
Ritorna all'indice dei Troubadours
Ritorna all'indice di
A l'entrada del tens clar
Ritorna alla Home
Vai al sitemap java
Visita il settore Narrativa
barra

This page was created by Duca Lucifero, © 1998-2005
Le traduzioni letterale e metrica sono di Roberto Gagliardi.
The gothiquesque set is made by Moyra.
The initcap has derived from the freeware ttf Music Hall.

Logo Moyra Gothiquesque Set Logo Web Designer Duca Lucifero Give Credit Where Credit Is Due - 4.052 bytes
Don't Link Directly to Someone Else's Server - 5.605 bytes Thous Shalt Honor the Artists, Writers and Creatives of this World
  C'è chi può e chi non può...  
  What is Copyright - 4.781 bytes  

Visitors:
Accessi globali
all'intero web
dal 5 dicembre 1996

E-MAIL MESSENGER
Name:
E-mail:
Messaggio al Duca Lucifero


Spazio Web offerto da: